Elisabetta Furin

La mia filosofia progettuale è sintetizzata dalle parole chiave “contaminazione” e “visione”: nel concept di un nuovo prodotto amo attingere in modo eclettico da diverse sfere culturali, ma allo stesso tempo credo che un nuovo progetto scaturisca dalla visione più ampia di scenari sociali sostenibili e innovativi dal punto di vista del vivere, del godimento e del consumo.

Ottenuta la maturità classica a Perugia, ha frequentato la facoltà di architettura alla Sapienza, Università di Roma, dove ha conseguito la laurea magistrale con lode in Design e Comunicazione Visiva. Dal 2011 per sei anni ha insegnato all’interno del Istituto Italiano Design di Perugia. Dal 2017 è docente di ruolo per la cattedra di Design all’Accademia di Belle Arti e all’Università degli Studi di Perugia. Oltre alle esperienze didattiche ha lavorato come designer di prodotti e arredi per aziende sia italiane che internazionali tra le quali Emu, Alcantara® e Knoll. Nel 2010 ha collaborato all’interno dello studio Doshi Levien a Londra. Nel 2014 per la Regione Umbria ha progettato la collezione Ceramica Made in Umbria e coordinato ventuno imprese artigiane del territorio nella produzione di articoli che reinterpretano la tradizione maiolica. Ha esposto i suoi progetti in diverse fiere internazionali, come recentemente ad EXPO, al Fuorisalone e a HOMI di Milano. Già dal 2009 è recensita nel catalogo della mostra internazionale Young Design, European Creativity. I suoi progetti sono stati pubblicati sulle principali riviste del settore, tra cui Interni Magazine, Platform, Casa24 Plus – Il Sole 24 Ore e Living del Corriere della Sera.